L’Università degli Studi di Cagliari organizza un Master in Psicologia dell’anziano di II livello.

Un percorso formativo intensivo, della durata di un anno, per un totale di 60 CFU.

Trattandosi di un master a numero chiuso, è necessario superare una selezioni pubblica.

Il master intende offrire risorse umane agli enti territoriali rivolti alla cura degli anziani e alla formazione continua, in modo che possano avvalersi della consulenza e/o collaborazione di operatori con competenze nell’ambito della Psicologia Gerontologica.

Quali sono gli obiettivi del Master in Psicologia dell’anziano?

Il master ha lo scopo di formare esperti nell’ambito della psicologia e psicopatologia dell’invecchiamento, mediante l’acquisizione delle abilità di diagnosi dei disturbi e delle difficoltà associate con le ultime fasi del ciclo di vita.

Si tratta di competenze necessarie per attuare trattamenti riabilitativi specifici e individualizzati, al fine di garantire adeguati livelli di qualità di vita.

L’obiettivo principale del Master in Psicologia dell’anziano è quello di formare esperti nella diagnosi e nel trattamento di:

  • disturbi affettivi ed emotivi (come la depressione);
  • mnestici (problemi legati all’efficienza della memoria di lavoro, decadimento selettivo della memoria a lungo termine);
  • intellettivi (quali i danni selettivi dell’intelligenza fluida);
  • della motricità (es. coordinazione visuo-motoria);
  • delle abilità visuo-spaziali;
  • della componente verbale (per tutto ciò che iguarda quindi il linguaggio e la comprensione del testo);
  • delle componenti motivazionali e degli stili attributivi legati al benessere psicologico dell’anziano.

Un ulteriore obiettivo da perseguire è promuovere l’acquisizione di adeguate competenze sullo sviluppo neurobiologico associato all’invecchiamento sano e patologico. Si farà riferimento anche alle tecniche impiegate per la diagnosi delle lesioni cerebrali proprie dell’anziano, come la neuroimaging.

Le competenze da acquisire nel Master in Psicologia dell’anziano

Gli studenti del master acquisiranno le competenze per utilizzare i più aggiornati strumenti diagnostici in Italia. Mezzi tarati e standardizzati in ambito neuropsicologico per la valutazione delle abilità cognitive di base, del benessere psicologico, dell’autoefficacia e degli stati affettivi legati all’invecchiamento sano e patologico.

Nel corso dell’anno, saranno promossi ulteriori obiettivi formativi per definire, a partire dal processo diagnostico, efficaci strategie di intervento che tengano conto dei punti di forza e dei reali bisogni dell’utente.

La figura professionale dell’esperto in Psicologia dell’anziano sarà anche in grado di sostenere la famiglia nela comprensione delle difficoltà e/o dei deficit correlati all’invecchiamento e al necessario trattamento.  e di fornire servizi di consulenza, diagnosi e trattamento alle agenzie territoriali in cui l’anziano patologico o l’anziano sano sono inseriti (es. interventi psicoeducativi in cui la figura dell’anziano è valorizzata all’interno del contesto socioculturale in cui è inserita).

Programma di studi del Master in Psicologia dell’anziano

Il percorso formativo si suddivide in:

  • 200 ore di attività didattiche frontali (20 CFU);
  • 40 ore di esercitazioni pratiche e di laboratorio (20 CFU);
  • 400 ore di tirocinio presso strutture o enti che si occupano di interventi riabilitativi, psicosociali e psicopedagogici (16 CFU);
  • 20 ore per la prova finale (4 CFU);
  • 840 ore di studio individuale.

Tutte le attività si svolgeranno ogni 15 giorni circa, il venerdì e il sabato, orientativamente dalle ore 9:30 alle ore 19:30, presso la Facoltà di Studi Umanistici dell’Università di Cagliari.

Requisiti di ammissione al Master in Psicologia dell’anziano

Il corso è aperto a un numero massimo di 25 partecipanti.

Possono partecipare al master coloro che sono in possesso dei seguenti titoli:

  • laurea specialistica conseguita ai sensi del D.M. n. 509/1999 in Filosofia e storia della scienza (17/S), Filosofia teoretica, morale, politica ed estetica (18/S), Medicina e Chirurgia (46/S), Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi (56/S), Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S), Psicologia (58/S), Scienze cognitive (63/S), Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua (65/S), Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative (76/S), Scienze pedagogiche (87/S), Sociologia (89/S), Scienze delle professioni sanitarie della riabilitazione (SNT_SPEC/2), Scienze delle professioni sanitarie tecniche (SNT_SPEC/3), Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (SNT_SPEC/4);
  • laurea vecchio ordinamento in Filosofia, Medicina e Chirurgia, Pedagogia, Psicologia, Scienze dell’educazione, Scienze politiche, Servizio sociale, Sociologia;
  • laurea magistrale conseguita ai sensi del D.M. n. 270/2004 in Medicina e Chirurgia (LM-41), Programmazione e gestione dei servizi educativi (LM-50), Psicologia (LM-51), Scienze cognitive (LM-55), Scienze dell’Educazione degli adulti e della formazione continua (LM-57), Scienze filosofiche (LM-78), Scienze pedagogiche (LM-85), Servizio sociale e politiche sociali (LM-87), Sociologia e ricerca sociale (LM-88), Scienze riabilitative delle professioni sanitarie (LM/SNT2), Scienze delle professioni sanitarie tecniche (LM/SNT3), Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (LM/SNT4).

I candidati in possesso di titolo accademico conseguito all’estero possono essere ammessi al master previo accertamento dell’equivalenza del titolo posseduto con quello richiesto per l’accesso.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito dell’Università degli Studi di Cagliari.

Iscriviti alla Newsletter di Topformazione.it

Leave a Reply