E’ la prima edizione del Master in FoodTech di primo livello, frutto di una collaborazione tra Gambero Rosso Academy e Politecnico di Torino. Vanta anche il contributo aggiunto di I3P, incubatore di imprese innovative del Politecnico, e Startupbootcamp FoodTech, un acceleratore internazionale di food startup, con sede a Roma.

L’obiettivo è quello di formare dei veri esperti in tutto ciò che riguarda il mondo del cibo. Professionisti che abbiano maturato competenze specifiche nei settori dell’innovazione e dell’imprenditorialità.

L’accordo tra cucina e tecnologia nel programma del Master in FoodTech

L’idea di avviare il Master in FoodTech nasce dalla consapevolezza che l’industria alimentare sta subendo ormai un cambiamento radicale, grazie l’introduzione di nuove tecnologie e modelli di business sia nell’ambito delle start-up sia all’interno di aziende precostituite.

Il progetto formativo ha lo scopo di sviluppare nuove abilità professionali, combinando le conoscenze specifiche del settore con le competenze in materia di gestione, innovazione e imprenditorialità.

Il Master in FoodTech seguirà tre filoni principali:

  1. l’innovazione nell’industria del cibo;
  2. fondamenti per la creazione di una start-up;
  3. sviluppo di un’idea innovativa per l’industria alimentare.

Si focalizzerà sull’apporto delle nuove tecnologie al rinnovamento della filiera tradizionale del cibo, dal campo alla tavola. Le lezioni, dinamiche e interattive, saranno incentrate su business development e innovation management, e completate da nozioni di marketing e approfondimenti sul settore food.

Sotto la supervisione degli incubatori, gli iscritti potranno mettere in pratica le conoscenze apprese. Svilupperanno progetti imprenditoriali propri, o affiancheranno imprese partner in progetti dedicati. Con l’idea di lanciare progetti di business innovativi per l’industria alimentare.

Alla fine del master, gli studenti avranno acquisito i principali elementi teorici sulla gestione dell’innovazione e l’imprenditoria ad alta tecnologia. Sapranno destreggiarsi abilmente con le tendenze emergenti nell’industria alimentare.

E, soprattutto, avranno la possibilità di partecipare attivamente a un processo di sviluppo culminante nella presentazione del progetto a nvestitori internazionali e partner industriali.

Sulla base di questo programma, si prevede che i partecipanti possano ricoprire ruoli differenti nel campo dell’innovazione, sia come imprenditori, sia come dirigenti di aziende stabilite. A tale scopo, terminato il periodo di studi, gli allievi saranno opportunamente incoraggiati e supportati per sviluppare una proposta all’interno di una società operativa, capace di attirare finanziamenti significativi.

Iscrizioni e orari del Master in FoodTech

Il programma didattico è svolto interamente in lingua inglese, aperto alla partecipazione internazionale.

Avrà inizio a febbraio 2018 e terminerà nel gennaio 2019. La scadenza per le iscrizioni è fissata a novembre 2017.

In totale le ore di corso sono 875.

Il numero di partecipanti va da un minimo di 14 a un massimo di 25.

Il costo è di 10.000 euro.

Iscriviti alla Newsletter di Topformazione.it

Leave a Reply